AVANGUARDIA

_______

PROTOSSIDO D’AZOTO

Tecnica di ansiolisi per prevenire e curare l’ansia dal dentista. Deve essere sempre affiancata da una corretta modalità di approccio al paziente (gentilezza, ambiente, spiegazioni, dolcezza, personale addestrato).

Quando?

Si rivolge a tutti i pazienti, ma in particolare quelli in cui lo stato d’ansia non è controllabile a causa della presenza di forti fattori di stress (esperienza nuova, odori, rumori, posizione immobile, precedenti esperienze proprie o di un familiare/amico, ecc).

Esempi: bambini piccoli che debbano affrontare sedute lunghe e impegnative oppure traumatizzati da precedenti esperienze.

Altra situazione in cui risulta un ausilio importante è quando vi è un accentuato riflesso del vomito.


Come funziona?

Il bambino respira da una mascherina nasale profumata un aerosol di protossido d’azoto e ossigeno proporzionato al suo stato d’ansia. Il bambino entra così in una situazione di sedazione, ma COSCIENTE, apre e chiude la bocca e esegue tutte le richieste del medico.

Ansia, paura, stress, disagio, vergogna, nervosismo, impazienza vengono eliminate per lasciare posto a una piacevole sensazione di benessere. Durante la seduta si perde la percezione del tempo e si riduce il riflesso faringeo (riflesso del vomito).

 

Controindicazioni

Il protossido d’azoto essendo un gas  molto volatile viene eliminato in 2-3 minuti in cui alla fine della seduta viene fatto respirare ossigeno puro. Infatti nel paziente adulto, a differenza di una sedazione farmacologica, è consentita la guida di autoveicoli; il bambino che si è recato in bici dal dentista potrà tornare in sella senza problemi!

Non è indicata nei primi tre mesi di gravidanza, in tossicodipendenti, in soggetti con gravi infezioni polmonari e nei soggetti con gravi malattie mentali.


Rischi?

Nessuno!

Il protossido d’azoto è un gas conosciuto, sperimentato ed usato dal 1976. E’ una tecnica che utilizziamo da anni nel nostro studio anche se la sua diffusione in Italia è avvenuta solo di recente, a differenza di USA e Canada dove è utilizzata nella maggior parte degli studi odontoiatrici. Non si conoscono allergie ad esso connesse. Non viene metabolizzato da fegato o reni, ma eliminato con la respirazione. In alcuni casi (1/200) potrebbe verificarsi comparsa di nausea e vomito: si consiglia perciò di presentarsi all’appuntamento senza aver assunto cibi liquidi o pasti abbondanti.